Servizi

Residenziali

L’A.P.S.P. Giovanni Endrizzi gestisce una Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA), che ospita persone non autosufficienti, con disabilità fisiche, psichiche o sensoriali non assistibili a domicilio e che necessitano di trattamenti ed assistenza continui.
La cura della persona, sotto ogni aspetto, è la finalità dell’accoglimento nella RSA. L’intensità dei trattamenti sanitari e assistenziali sono graduati in base ai bisogni specifici di ogni residente, nel rispetto della propria autonomia, libertà, dignità e ritmi di vita abituali e assicurando il mantenimento di un significato esistenziale alla propria vita.

La RSA di Lavis è accreditata per l’esercizio dell’attività sanitaria per 97 posti letto, di cui 92 convenzionati con l’Azienda Sanitaria e 5 posti destinati a non autosufficienti provenienti da altre provincie o non autosufficienti trentini disposti a farsi carico sia della retta alberghiera che della retta sanitaria.

I 92 posti letto convenzionati comprendono: 80 posti base, 2 posti di sollievo, 5 posti per ospiti affetti da gravi demenze e 5 posti per ospiti con alto fabbisogno sanitario.

[vc_tta_accordion shape=”square” color=”white” active_section=”55″ collapsible_all=”true”]

In convenzione con l’Azienda sanitaria

L’inserimento in RSA avviene contattando l’Unità Valutativa Multidisciplinare  (U.V.M.) istituita nel Distretto Sanitario di appartenenza dell’anziano, attraverso il medico di base o il servizio sociale del territorio.  La persona per la quale si richiede l’accoglimento in RSA sarà valutata da un gruppo multidisciplinare di professionisti  e sarà inserita in una graduatoria dinamica, in attesa di un posto letto libero, che sarà comunicato dall’UVM stesso.

Prima dell’inserimento in RSA i familiari prendono contatto con l’ufficio ospiti per gli adempimenti amministrativi e con l’équipe socio sanitaria e assistenziale che si occupa specificatamente dell’accoglienza, che raccoglie, nel corso di un colloquio preingresso , tutte le prime informazioni assistenziali, sanitarie e di vita della persona per poter accogliere il nuovo residente nel modo migliore.

Privatamente

L’inserimento in RSA avviene contattando direttamente l’ufficio ospiti della A.P.S.P. (Contatto: Davide Pedrolli – telefono 0461/246308 interno 400), che confermerà la disponibilità immediata del posto letto oppure inserirà il nominativo dell’interessato in una lista d’attesa.

[/vc_tta_accordion]

Casa Soggiorno

La Casa di Soggiorno  è una struttura residenziale per anziani autosufficienti, che per necessità o per scelta intendano vivere in una realtà comunitaria protetta, circondati dalle attenzioni del personale assistenziale e sanitario.

Alle persone autosufficienti è dedicata la mansarda della residenza, di recente realizzazione, che offre un ambiente caldo, accogliente e famigliare.

La Casa di Soggiorno mira a favorire il benessere della persona anziana:
• migliorando la sua qualità di vita grazie al soggiorno in una struttura protetta;
• promuovendo i rapporti con il territorio di appartenenza;
• favorendo la socializzazione, la relazione e il coinvolgimento in attività culturali, ricreative, occupazionali ed educative;
• mantenendo e/o potenziando le sue capacità di autonomia.

Per essere ammessi alla Casa di Soggiorno è necessario inoltrare domanda scritta direttamente al Direttore della A.P.S.P. , corredandola di un certificato rilasciato dal medico di base attestante l’autosufficienza totale o parziale del richiedente.

Per maggiori informazioni si consulti la Carta dei Servizi o si contatti l’ufficio ospiti della A.P.S.P. Giovanni Endrizzi (Contatto: Davide Pedrolli- telefono 0461/246308 interno 400).

Alloggi protetti e semiprotetti

L’APSP Giovanni Endrizzi mette a disposizione della comunità tre mini alloggi protetti ed un mini alloggio semiprotetto.

Gli alloggi protetti sono destinati ad accogliere anziani di età superiore ai 65 anni che, pur conducendo vita autonoma, abbisognano di servizi che forniscano protezione ed appoggio, oppure adulti a rischio di emarginazione la cui situazione di bisogno fisico e/o psicologico possa trarre giovamento dall’inserimento nella struttura.

L’alloggio semiprotetto è destinato ad accogliere persone con storia psichiatrica consolidata, con bisogni assistenziali medi o modesti. Tale servizio è gestito in convenzione con la Comunità di Valle Rotaliana Königsberg.

Entrambi i servizi comprendono la concessione in uso dell’appartamento assegnato, degli arredi e delle attrezzature e l’utilizzo di tutti i servizi connessi con l’utilizzo dello stesso (utenze, manutenzione del verde, servizi condominiali, assicurazione, …).

Per l’assegnazione dell’alloggio l’interessato presenta domanda al Servizio Socio Assistenziale della Comunità di Valle Rotaliana- Koenigsberg (http://www.comunitarotaliana.tn.it) su apposito modulo allo scopo predisposto.

Le domande saranno valutate dalla Commissione per  gli accoglimenti la quale, sulla base dei criteri fissati, attribuisce ad ogni domanda il punteggio e formula la graduatoria e le proposte di accoglimento. Gli assegnatari degli alloggi saranno successivamente convocati dalla A.P.S.P. per la stipula del contratto.

Servizi alla Comunità

Fisioterapia per esterni

L’équipe dei fisioterapisti della A.P.S.P. Giovanni Endrizzi è a disposizione dei cittadini giovani, adulti e anziani, per qualsiasi esigenza riabilitativa.
Si può accedere al servizio in regime di convenzione con la Azienda Sanitaria o in regime privatistico.
Clicca qui per maggiori informazioni

Preparazione e distribuzione di pasti a domicilio

La A.P.S.P. Giovanni Endrizzi, in convenzione con la Comunità di Valle Rotaliana Königsberg (www.comunitarotaliana.tn.it), prepara e distribuisce pasti a domicilio agli utenti della Comunità di Lavis e Zambana.
Per accedere al servizio basta presentare domanda al Servizio di Assistenza Sociale della Comunità di Valle Rotaliana Königsberg.

Prestito ausili

La A.P.S.P. Giovanni Endrizzi offre alla cittadinanza il servizio di prestito di attrezzature assistenziali quali: stampelle, carrozzine, letti. Per accedere al servizio è necessario fare richiesta presso l’ufficio amministrazione della A.P.S.P.
A fronte del prestito è chiesto il versamento di una libera offerta.
Per maggiori informazioni si contatti l’ufficio amministrazione della A.P.S.P. Giovanni Endrizzi (Contatto: Davide Pedrolli- telefono 0461/246308 interno 400).